archivio-news

CookiesAccept

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari alle finalità illustrate nella cookie policy.

Chiudendo questo banner, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di piu'

Approvo

Buone pratiche per la riduzione dell inquinamento acustico urbano generato dai trasporti

L’inquinamento acustico è uno dei maggiori problemi delle città europee ed arreca gravi danni alla salute umana e agli ecosistemi. A generare tale inquinamento sono le attività industriali e soprattutto i trasporti. Tali problematiche sono affrontate in una recente pubblicazione dell’Agenzia Europea per l’Ambiente (EEA) dal titolo “Good practice guide on quiet areas”. Nel Technical Report 4/2014 dell’EEA, oltre alla valutazione dei danni provocati dall’inquinamento acustico, viene evidenziata l’importanza di realizzare aree a basso inquinamento acustico (Quite Areas), così come già fatto in alcune città europee. Queste Quite areas, secondo l’EEA, possono essere realizzate tanto in contesti rurali quanto in contesti urbani altamente trafficati ricorrendo a metodologie e azioni presentate nel Rapporto.

Per scaricare la versione completa del rapporto si rimanda al seguente link: http://www.eea.europa.eu/publications/good-practice-guide-on-quiet-areas

 
 
 

archivio-news

 

tam-tam

 

video-interviste